Questo Blob non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità, non può, pertanto, considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/03/2001. Le immagini inserite in questo Forum sono tratte in massima parte da Internet, così come alcuni articoli. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarcelo e saranno subito rimossi.

REGOLE PER OTTENERE LA RECENSIONE DEL TUO LIBRO SU QUESTO BLOG

martedì 14 maggio 2013

Il Fiore Della Vita


fiore della vita
Il fiore della vita (rosa dei pastori o rosa carolingia) è un simbolo poco conosciuto ed è uno tra i più utilizzati dal famoso ordine cavalleresco dei “Cavalieri Templari”.
Il simbolo è costruito partendo da sei sfere, ogn’una di esse rappresenta simbolicamente un giorno della creazione e per tale motivo è anche conosciuto come “sesto giorno della Genesi”.
IL fiore della vita appare in molte culture antichissime, con significati, a volte, poco chiari.  I primi Cristiani spesso incidevano questo simbolo nei loro luoghi di culto, probabilmente il significato attribuitogli era quello del sole, che poi simboleggia Dio Padre ma anche la resurrezione di Cristo.
Presso l’antichissima civiltà celtica era considerato come una specie di carro solare, rappresentava la grande potenza del sole ed il suo potere di dare nuova vita.
In sintesi si attribuisce al simbolo un potere rigenerativo derivante dal sole stesso e protettivo contro le insidie delle forze del male, questo anche in relazione al suo collegamento con il famoso Sigillo di Re Salomone.
Il fiore della vita è in realtà la derivazione dell’esagramma, facilmente collegabile al Sigillo di Salomone, o Scudo di Davide e probabilmente ha medesimi significati, rappresenta la creazione del tutto descritta nella Genesi, questo in relazione al significato esoterico  del numero Sei, numero dei suoli petali e dei lati dell’esagono.
Il centro del fiore si forma nel punto in cui le circonferenze dei cerchi si intersecano tra loro in maniera perfetta. Questo corrisponde anche al centro del cerchio nel quale il simbolo è perfettamente inscrivibile e come tale simboleggia l’illuminazione derivante dall’innalzamento spirituale, la conoscenza suprema che porta alla reale comprensione del disegno di Dio.
L’esoterismo Ebraico collega il Fiore della vita, o per meglio dire la sua struttura, all’albero Sephirotico, questo perché dalla perfetta geometria del primo simbolo si può costruire il secondo.  La perfetta struttura del fiore lo vede come base iniziale su cui si fonda gran parte del simbolismo esoterico, al suo interno si cela il famoso "Frutto della Vita" che a sua volta rappresenta la base del Cubo di Metatron.
Di questo solido parlerò in maniera approfondita in un altro articolo per ora vi basti sapere che il cubo di Metatron  contiene al suo interno ben quattro dei cinque famosi solidi di Platone:
·        Il cubo (Elemento Terra)
·        Il tetraedro (Elemento Fuoco)
·        L' ottaedro (Elemento Aria)
·        L' icosaedro (Elemento Acqua)
·        Il dodecaedro (Quintessenza)
Queste 5 figure hanno un enorme importanza e rappresentano i campi di energia che ci circondano e regolano l’intero creato.
Seme della vita fig. 2
Un altro simbolo molto importante che risulta incorporato nella struttura del fiore della vita ed è certamente ad esso collegato e il “Seme della vita”(fig. 2). Di questo simbolo vi basti sapere che è composto da sette cerchi posizionati in base a simmetria esagonale, quindi si ritrova in esso l’intero simbolismo legato al numero Sette, considerato il numero di Dio.

Articolo di Contino Mario
Copyright, vietata ogni riproduzione non autorizzata

lunedì 6 maggio 2013

Significato esoterico dell'Esagramma o Sigillo di Salomone

Il Sigillo di Salomone, noto anche con il nome di "Esagramma" o Stella a sei punte" o, in alcuni casi, "Esalfa", è un simbolo costituito da due triangoli equilateri intrecciati in maniera regolare tra di loro. L’esagramma è formato da due triangoli equilateri incrociati che, in alcuni casi, appaiono inscritti in un cerchio. Il significato dell'unione dei due triangoli è abbastanza semplice, rappresentano l’unione del cielo e della terra, del mondo spirituale con il mondo materiale ma anche della componente maschile e quella femminile. 

Il triangolo con il vertice verso il basso rappresenta i due elementi acqua e terra, questi elementi risultano legati in maniera indissolubile al mondo materiale, il loro principio li fa tendere verso il basso, verso la regressione. Il triangolo con il vertice in alto rappresenta i due elementi spirituali, aria e fuoco, due elementi rappresentanti l'evoluzione dello spirito, basti pensare al fuoco inteso come "Spirito Santo" nel Cristianesimo o come fuoco purificatore in centinaia di altre culture.

Dall'incrocio dei due triangoli si crea l'esagono centrale che rappresenta l'equilibrio perfetto, il cuore dell'uomo inteso come contenitore materiale dell'anima spirituale, qui ci si potrebbe ricollegare al significato esoterico del cuore che facilmente ci riporta al santo Graal. Quando è presente un punto all’interno dell’esagono centrale, questo simboleggia l’unione di tutti gli elementi esistenti. probabilmente l'illuminazione.

Il sigillo di Salomone è un simbolo apparso nel  medioevo come potente talismano ma certamente molto più antico. I due triangoli intrecciati sono spesso ricondotti all'Ebraismo (Stella di David), pochi sanno che questa figura appare pure nel patrimonio simbolico dell’Islam nella cui cultura assume caratteristiche terapeutico-magiche e alchemiche. 
In ambito esoterico-alchemico, i due triangoli vengono interpretati come il simbolo dell’equilibrio tra le forze cosmiche del Fuoco e dell’Acqua. 

La leggenda vuole che Re Salomone, figlio del re Davide, si servi di questo esagramma per scacciare i demoni e invocare gli angeli, proprio per questo motivo la stella a sei punte prende anche il nome di  “sigillo di Salomone” o scudo di Davide.

Questa figura rappresenta un potente alleato in ambito magico-esoterico, spesso i magni si dipingono l'esagramma sul petto come protezione dagli influssi demoniaci, insieme al cerchio magico è il simbolo protettivo più potente ed utilizzato in ambito cerimoniale.

Articolo di Contino Mario
Copyright, vietata ogni riproduzione non autorizzata